Speleologia

Negli anni '60, a Verona, si riunirono l'allora Presidente Nazionale della F.I.E. con noti speleologi, l'intenzione era quella di dare finalmente una Commissione Nazionale Speleologica a cui potessero far riferimento tutte quelle associazioni che aderivano alla F.I.E. stessa e che principalmente, o come seconda loro attività, esercitavano la speleologia.

Nell'ambito della Federazione Italiana Escursionismo, la speleologia era già diffusa già dal 1950.

Nel dettaglio gli scopi che questa Commissione si era prefissa e che sino ad oggi non sono stati modificati sono:

  • favorire la collaborazione fra i vari gruppi speleologici;
  • fornire una consulenza tecnica specialmente ai gruppi di recente formazione;
  • organizzare la divulgazione delle notizie tecniche e scientifiche nel campo speleologico attraverso conferenze, proiezioni di documenti, pubblicazioni e convegni;
  • creare un centro di assistenza per esplorazioni particolarmente impegnative;
  • raccogliere dati utili alle ricerche idriche;
  • incoraggiare gli studi sui fenomeni carsici ipogei ed epogei e sull'ambiente biologico particolare ad esso connesso.